pieve di teco area interna alta valle arroscia anci liguria

ANCI LIGURIA – Il 12 luglio a Pieve di Teco un incontro pubblico per presentare l’Area Interna dell’Alta Valle Arroscia

ANCI LIGURIA – Mercoledì 12 luglio a Pieve di Teco (IM) un incontro pubblico per presentare l’Area Interna dell’Alta Valle Arroscia, stato dell’arte e prospettive di sviluppo.

11 i Comuni coinvolti nella progettazione per accedere a importanti fondi per lo sviluppo dell’entroterra.

Un incontro pubblico per presentare l’Area Interna dell’Alta Valle Arroscia, organizzato da ANCI Liguria in collaborazione con Regione Liguria, si svolgerà mercoledì 12 luglio, a partire dalle ore 21, nella Sala di Rappresentanza del Comune di Pieve di Teco (IM).

Dopo il saluto del Sindaco di Pieve di Teco, Alessandro Alessandri, e l’intervento di Edoardo Rixi, Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Liguria, Elice Bacci, funzionaria della Regione Liguria, spiegherà cos’è la Strategia Nazionale per le Aree Interne; Pierluigi Vinai, direttore generale di ANCI Liguria, illustrerà la situazione e le specificità dell’Area Interna Alta Valle Arroscia; Piero Pelassa, Sindaco di Mendatica e referente per l’Area Interna Alta Valle Arroscia presenterà infine la bozza di strategia e gli sviluppi futuri dell’Area.

Ad essere coinvolti sono gli 11 Comuni dell’imperiese, che fanno parte dell’Unione dei Comuni Alta Valle Arroscia: Armo, Aquila d’Arroscia, Borghetto d’Arroscia, Cosio d’Arroscia, Mendatica, Montegrosso Pian Latte, Pieve di Teco, Pornassio, Ranzo, Rezzo e Vessalico.

Attraverso una progettazione congiunta con tutti i soggetti rilevanti del territorio, i Comuni dell’Alta Valle Arroscia avranno quindi la possibilità di accedere a finanziamenti per un totale di circa 7 milioni di euro, tra fondi statali ed europei (Fesr, Fse e Psr). A tutti gli attori locali coinvolti saranno inoltre dedicate, mercoledì 19 e giovedì 20 luglio, due giornate di  approfondimento sui temi di interesse della Strategia Nazionale Aree Interne: mobilità, istruzione, sviluppo locale e sanità.

L’Area Interna Alta Valle Arroscia è la terza riconosciuta in Liguria, dopo quella Antola – Tigullio (Bargagli, Borzonasca, Davagna, Fascia, Gorreto, Lumarzo, Mezzanego, Montebruno, Ne, Propata, Rezzoaglio, Rondanina, Rovegno, Santo Stefano d’Aveto, Torriglia, Fontanigorda) e Beigua – Sol (Masone, Campoligure, Tiglieto, Rossiglione, Sassello, Stella, Urbe e Mele).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *